In: Blog

In questo articolo scopriremo insieme i principali rimedi naturali contro le punture di insetti.

Con l’arrivo della bella stagione, e l’aumento delle temperature, arrivano puntualmente le punture di insetti, in particolare delle zanzare.

Le punture di insetti sono perforazioni della pelle a scopo difensivo, mentre i morsi hanno uno scopo alimentare (nel caso ad esempio di insetti ematofagi, che mordono per succhiare il sangue, come zanzare, zecche, pulci, cimici).

A seguito della puntura, si manifestano sintomi quali: dolore pungente, prurito, arrossamento, gonfiore e talvolta bolle.

Molto spesso confondiamo le varie punture degli insetti, tante volte le associamo a quelle di zanzara, e solitamente tendiamo a non darle più importanza.

Tuttavia, è bene sapere cosa ci ha punto, per trattare al meglio la zona interessata.

Vediamo brevemente le punture più comuni che dovremmo saper riconoscere.

Puntura di zanzara

Le punture di zanzare hanno l’aspetto di bolle arrossate, sono sottocutanee e il prurito è localizzato. Sono punture che non richiedono cure particolari, la fastidiosità sta nel prurito pungente; il consiglio è di applicare delle creme a base di Aloe o Tea Tree Oil per lenire immediatamente la zona ed evitare di grattarsi, causando abrasioni e arrossamenti.

rimedi naturali contro le punture di insetti

Puntura di vespa o ape

Sono punture molto dolorose,dovute al fatto che il pungiglione spesso rimane nella pelle. Il veleno non è pericoloso, a meno che non si è un soggetto allergico, allora è necessario recarsi subito al pronto soccorso. La prima cosa da fare, è verificare se il pungiglione sia rimasto o meno nella pelle. In quel caso, bisogna estrarlo con una pinzetta. Dopodiché è bene applicare del ghiaccio per calmare il dolore e il prurito, e poi utilizzare dei rimedi naturali per ridurre l’infiammazione e neutralizzare il veleno.

Puntura di tafano

Una puntura di tafano può essere più dolorosa di quella di un’ape, questo perché è molto più profonda,e potrebbe richiedere anche diversi giorni di tempo per guarire, tenendo presente che si possono anche manifestare infezioni nella zona colpita. La puntura si manifesta con rossore e gonfiore, ed infiammazione e prurito della zona soggetta a morso. Può causare inoltre allergie, reazione cutanea, mancanza di respiro, ed anche un evidente arrossamento agli occhi ed alle labbra, così come la sensazione di debolezza e vertigini. Se dopo essere stati punti dal tafano vedete la presenza di pus, è possibile che sia in atto un’infezione. In questo caso specifico, bisogna rivolgersi immediatamente al medico. La prima cosa da fare, appena punti, è lavare la zona colpita con acqua e sapone antisettico. Per alleviare il dolore, potete applicare delle creme a base di aloe, mentre del ghiaccio può bloccare il gonfiore.

Puntura di pulci

Le punture di pulci si verificano in gruppi di tre o quattro, con dei rigonfiamenti rossi intorno alla puntura, che generano prurito. E’ importante detergere l’area interessata dalla puntura con acqua tiepida e si può applicare del ghiaccio, a cicli di 10 minuti, in modo da ridurre il gonfiore. Molto utili per alleviare i sintomi delle punture da pulci, potrebbero essere dei rimedi naturali, quali creme a base di Aloe , o creme cortison-simili a base di Tea Tre Oil e calendula

Puntura di zecca

La puntura di zecca è asintomatica e indolore grazie alla presenza, nella saliva dell’animale, di neurotossine che impediscono alla vittima di percepire la sua presenza e, di conseguenza, il dolore. In alcuni soggetti possono tuttavia manifestarsi dei sintomi, quali ad esempio: arrossamento, gonfiore, prurito, eritema, allergia. Alcune punture di zecche possono essere pericolose per l’uomo, in quanto infette e possono trasmettere diverse malattie come la malattia di Lyme e la TBE o encefalite da zecca. Se si viene morso da una zecca, si deve procedere ad estrarla con delle pinzette, facendo attenzione che non rimanga la testa attaccata alla cute, cosa che può aumentare le possibilità di infezioni. Dopodiché è consigliabile consultare un medico prima possibile, in quanto le malattie trasmesse dalla zecca hanno un’incubazione di 48h.

Puntura di cimici da letto

Le punture di cimici dei letti sono punture indolori di cui ci si accorge dopo un po’ di tempo, per il  prurito che proviene dalla piccola ferita sulla pelle. Ogni persona reagisce in modo diverso. Alcuni non se ne accorgono nemmeno, altri possono avere addirittura reazioni allergiche. La puntura è caratterizzata da un piccolo ponfo in rilievo, tondo, pruriginoso e arrossato che nei soggetti più sensibili da luogo a vere eruzioni cutanee. Generalmente la cimice non punge solo una volta, ma fa una serie di punture, solitamente in linea retta. Se trovi più punture in più parti del corpo significa che sei stato punto da più cimici. Trai rimedi naturali consigliati per lenire le punture di cimici da letto, c’è il succo di limone o creme a base di aloe, o creme cortinson simili come quella a base di Tea Tree Oil.

Scopriamo i rimedi naturali più efficaci usati per le punture di insetti.

In alternativa ai tanti prodotti chimici che sono sul mercato, vi sono una serie di rimedi naturali in grado lenire bruciore, gonfiore e prurito dovuti alle punture di insetto. Ecco i rimedi naturali più efficaci contro le punture di insetti:

Aloe

Il rimedio naturale considerato da molti quale il più efficace di tutti è l’Aloe. Questa miracolosa pianta, tra le tante proprietà, ha quelle antisettiche e antibatteriche. Basta applicare il gel o il succo estratto dalla pianta sulla puntura di insetti. Rinfresca la zona, allevia e riduce immediatamente la sensazione di prurito. Inoltre l’azione dell’aloe favorirà la rigenerazione cutanea.

Tea tree oil 

L’olio di tea tree (o melaleuca) è dopo l’aloe, uno dei rimedi naturali più efficaci in caso di punture di insetti.  Considerato come un cortisone naturale, ha caratteristiche antinfiammatorie e antisettiche che lo rendono un rimedio naturale molto efficace contro le punture di insetti: rinfresca, sgonfia e riduce la sensazione di prurito. L’olio di tea tree è ideale anche per tenere lontani gli insetti, dunque usato come prevenzione. In quest’ultimo caso, se ne può aggiungere qualche goccia a un altro olio o a una classica lozione anti-zanzare.

Calendula

La calendula, utilizzata sotto forma di olio, è dotata di una potente azione eudermica, perché in grado di migliorare lo stato della pelle. Applicata sulla zona, lenisce e protegge, calma il prurito e il bruciore in pochi minuti, ed ha un’elevata capacità di cicatrizzazione.

Mentolo

Il mentolo svolge un’azione rinfrescante e lenitiva contro le punture di zanzare. Versare qualche goccia di olio essenziale alla menta in una crema idratante e applicate la crema sulla parte lesa. Se non avete dell’ olio essenziale di menta potete utilizzare delle valide alternative, come il vicks in pomata (quello utilizzato per respirare meglio) o anche del dentifricio entrambe ricchi di mentolo.

Succo di limone 

Il limone è un efficace rimedio naturale per attenuare i sintomi fastidiosi e dolorosi delle punture di insetti. La sua azione è antinfiammatoria e antibatterica. Per lenire i fastidi, si consiglia di strofinare la parte colpita con mezzo limone oppure versare il succo su un batuffolo di cotone o un fazzoletto e applicare sulla puntura. Un’unica avvertenza: è bene non esporsi al sole nelle ore successive all’applicazione.

Cipolla

Anche la cipolla è ricca di proprietà antisettiche utili per eliminare le conseguenze delle punture d’insetto (gonfiore e prurito). Vi basterà strofinare mezza cipolla sulla puntura e risciacquare con acqua e sapone.

 Miele

Nell’antichità il miele veniva utilizzato come disinfettante naturale. In effetti ha un enorme potere antisettico in grado di accelerare i processi di guarigione della cute. Meno di un cucchiaino di miele sulla puntura può alleviare bruciore e prurito.

Ghiaccio

Il ghiaccio rappresenta uno dei rimedi della nonna più diffusi ed efficaci. Più che disinfettare, applicare un cubetto di ghiaccio su una puntura di insetto eviterà che questa si gonfi. Ricordate di avvolgere il ghiaccio in un panno di cotone. Inoltre il ghiaccio, grazie all’azione vaso costrittiva, anestetizza la parte lesa in modo da ridurre davvero tanto la sensazione di prurito o dolore legata alla puntura d’ insetto.

Lavanda

La lavanda grazie alle sue proprietà calmanti e lenitive può essere utilissima contro le punture di insetto. Poche gocce di olio essenziale di lavanda sulla puntura e prurito e fastidi legati alle punture di insetti svaniranno!

Combattere i sintomi e accorciare i tempi di guarigione favorendo la rigenerazione cellulare con un prodotto 100% naturale.

Dolore, arrossamento, prurito, gonfiore, bolle, infiammazioni, pomfi, vescicole, ecchimosi, sono solo alcuni dei principali sintomi delle punture di insetti. Come risolverli al meglio?

Per alleviare i sintomi e velocizzare la guarigione ecco il Gel d’Aloe arborescens puro al 99%, e il Cicatril gel, che mette insieme in un unico prodotto l’efficacia di Aloe arborescens, Calendula e Tea tree oil.  

Due prodotti 100% naturali, che racchiudono i più importanti rimedi naturali di cui ti abbiamo parlato.